NO AL GOVERNO DEI PADRONI!

Il volantino e la locandina contro il governo Draghi

Il volantino e la locandina contro il governo Draghi

Scarica il volantino in formato PDF

Scarica la locandina in formato PDF

Il governo Draghi è il governo dell’unità nazionale o, per meglio dire, è il governo dell’unità dei padroni, di tutti i poteri forti e dei partiti che in diverse forme li rappresentano. È il governo dell’ “uomo forte al comando” e dei peggiori nemici delle classi lavoratrici e popolari.

Draghi e il suo governo rappresentano un programma politico già visto: precarietà del lavoro, privatizzazione dei servizi pubblici, politiche di austerità, dominio del capitale finanziario, massacro delle pensioni, tagli alla scuola e alla sanità.

La nascita di questo governo chiarisce che c’è piena convergenza sulle scelte politiche capitaliste di fondo tra la Lega di Salvini, il PD di Zingaretti, il Movimento 5 Stelle di Grillo e Forza Italia di Berlusconi.

Ancora una volta le differenze tra destra e cosiddetto “centrosinistra” sono del tutto parziali e questi soggetti politici possono così ritrovarsi insieme, senza particolari problemi, al tavolo del Consiglio dei ministri per la gestione della crisi sanitaria e sociale che stiamo vivendo.

PER CONTRASTARE QUESTO GOVERNO

BISOGNA MOBILITARCI!

Al nuovo governo che difende gli interessi dei padroni deve corrispondere una stagione nuova di lotta e rivendicazioni politiche e sociali. Le forze della sinistra radicale devono impegnarsi unitariamente fino in fondo per contrastare le politiche lacrime e sangue di questo governo. Una lotta unitaria contro l’autonomia differenziata e il regionalismo, contro il patriarcato e lo sfruttamento, per il salario, l’occupazione e per il rilancio della scuola e della sanità.

C’è la necessità di un programma complessivamente alternativo e anticapitalista:

  • assunzione di personale e investimenti nella sanità pubblica
  • produzione e distribuzione pubblica e democratica dei vaccini
  • assunzione di personale e investimenti nella scuola pubblica
  • difesa del reddito e riduzione dell’orario di lavoro per lavorare tutte e tutti
  • potenziamento dei trasporti pubblici
  • patrimoniale per i redditi più elevati, per far pagare ai ricchi i costi sociali della crisi

Sinistra Anticapitalista invita a costruire unitariamente questa radicale alternativa politica e programmatica, unica via di uscita per una società più giusta, senza sfruttamento, senza razzismo, senza patriarcato ed ecosostenibile.