In evidenza

Revolution addicted: l’avventura continua!

di Giovani Anticapitalist

Allo YOUTH CAMP BALANCE MEETING del 18-19 Novembre a Milano eravamo presenti anche noi! In rappresentanza della delegazione giovani di Sinistra Anticapitalista.

Con l’entusiasmo ancora vivo dallo scorso campo e pieni di aspettative per il prossimo, ci siamo tutti ritrovati al mattino a Ri-Maflow, spazio occupato ed ex fabbrica recuperata da un gruppo di lavoratori e lavoratrici che l’hanno riconvertita da automotive verso il riuso e il riciclo di apparecchiature elettriche ed elettroniche con l’obiettivo di creare un’economia alternativa.

La riunione della mattina al Ri-Maflow è stata l’occasione per i rappresentanti delle diverse delegazioni presenti al campo, di esporre i loro interventi politici locali-territoriali a livello giovanile e non solo. I7le giovani di Sinistra Anticapitalista si sono pronunciati spiegando come il campo giovani Revolution Addicted abbia avuto un ruolo importante per il coordinamento di un gruppo di giovani a livello nazionale, in particolare nella lotta contro l’alternanza scuola-lavoro. Abbiamo spiegato in cosa consiste questa forma di sfruttamento giovanile, e raccontato il nostro intervento nel movimento femminista NUdM, cercando di far comprendere quanto sia importante un impegno e un attivismo territoriale nella costruzione delle manifestazioni, vere e proprie declinazioni pratiche del lavoro politico svolto. Abbiamo poi sottolineato come le riforme del mondo del lavoro in Italia abbiano interessato in particolare le possibilità di occupazione giovanile e che, a fronte di una situazione drammatica di precariato e disoccupazione (specialmente a Sud), le forme di lavoro non retribuito costituiscono un’ulteriore forma di sfruttamento che mina le stesse possibilità di occupazione e come questo sia sinonimo di una necessaria mobilitazione a livello giovanile.

Il pomeriggio, dopo aver fatto un piccolo tour di Ri-Maflow ed aver mangiato, ci siamo ritrovati di nuovo di fronte alla necessità di continuare la riunione di bilancio del Campo. Ogni delegazione ha espresso il proprio bilancio e ci sono state possibilità di confronto riguardo alcuni punti critici che sarà importante discutere ad all’incontro annuale di Amsterdam finalizzato all’organizzazione del prossimo Campo. Abbiamo espresso un bilancio complessivamente positivo sottolineando ancora una volta l’importanza che ha avuto la partecipazione allo stesso per la creazione di una vero e proprio gruppo di Giovani Anticapitaliste/i, ma anche e soprattutto per la possibilità di venire a conoscenza delle situazioni politiche di altri paesi europei e delle varie proposte d’intervento delle diverse delegazioni. Inoltre, abbiamo mostrato apprezzamento per la vastità dei temi trattati durante la settimana, e per gli interventi chiarificatori di questi argomenti, a volte anche complessi e per questo frutto di dibattito. Questa esperienza ha contribuito sicuramente all’arricchimento della nostra competenza e conoscenza ed ha stimolato la nostra curiosità a livello soprattutto politico.

Il giorno dopo, svegli e “pimpanti”, come la sera prima, ci siamo trovati con le altre delegazioni al Ri-Make, edificio occupato dai compagni di Communia. La mattinata è stata dedicata alla presentazione del prossimo campo che si terrà nel periodo 22-28 Luglio 2018. Per quanto riguarda il luogo, i compagni danesi hanno scelto una struttura sportiva a Billund (aeroporto Billund – BLL), provvista di campi da gioco dove mettere le tende e spazi ampi per le diverse iniziative, da svolgere sia al chiuso che all’aperto.

Abbiamo collettivamente stilato un programma di discussione per la riunione Amsterdam dove avverrà l’organizzazione definitiva del YOUTH INTERNATIONAL CAMP 2018.

Arrivederci ad Amsterdam!