In evidenza

La crisi di Rifondazione e la Rete Anticapitalista

Emendamento

proposto da Antonio Stefanini (Sinistra Anticapitalista Livorno)

A pagina 30 (alla 14a riga dalla fine) del fascicolo dei documenti stampato
A pagina 35 (2 righe dalla fine) del fascicolo dei documenti in PDF
Nel capitolo “Sinistra Anticapitalista e le altre organizzazioni della sinistra” (prima del quintultimo capoverso) dei documenti in versione web

dopo “la crescita di reali movimenti di massa e di nuovi processi di radicalizzazione…”

inserire “Tutto ciò non nega la possibilità che la crisi, sempre più verticale di Rifondazione e dell’Altra Europa, possa produrre, oltre al ritorno a casa di molti militanti e/o al rifugio nelle “certezze” riformiste (che siano esse campiste, socialdemocratiche o suggestioni estremiste delle isole liberate), una potenziale evoluzione nel senso da noi auspicato con la proposta della Rete Anticapitalista.
E’ ovvio che la aree potenzialmente suscettibili a questa evoluzione non sono maggioritarie in queste formazioni, anzi va detto chiaramente che sono largamente minoritarie ma pur sempre si tratta di centinaia di militanti confusi, sta a noi cercare di favorirne lo sviluppo in senso coerentemente anticapitalista.”

poi prosegue “Per questo Sinistra Anticapitalista vivrà, ancora per tutta una fase, come organizzazione indipendente…”