In evidenza

Abruzzo, no all’autodromo di Montorio al Vomano

Comunicato di Sinistra Anticapitalista Abruzzo

Sabato 5 dicembre manifestazione in difesa
del territorio e della dignità delle persone

Concentramento ore 14:00 presso Largo Rosciano in Montorio al Vomano

Sinistra Anticapitalista solidarizza e appoggia la lotta dei cittadini e invita tutti ad unirsi al Comitato No Autodromo

Un movimento popolare che vuol far sentire la propria voce a difesa della vita e del lavoro di chi abita a San Mauro di Montorio (Te), a tutela di un patrimonio culturale, ambientale, paesaggistico e di biodiversità nell’area naturale del Gran Sasso e Monti della Laga che appartiene a tutti noi, universale.

Mentre si stanno portando avanti obiezioni sul fronte giuridico-legale, viste le molte incongruenze e anomalie riscontrate nell’iter burocratico-amministrativo per la realizzazione di quest’opera, pensiamo sia necessaria una mobilitazione popolare contro questo ennesimo scempio, che superi i confini comunali e coinvolga tutti gli uomini e le donne sensibili alla difesa del bene collettivo.

Il primo passo di questa grande mobilitazione è fissato per il prossimo 5 dicembre a Montorio al Vomano (Te) con raduno in largo Rosciano alle ore 14:30, per manifestare in un corteo e poi in piazza Orsini fino alle 23:00 per parlare della problematica, informarsi e vivere del tempo di condivisione insieme con musica e buon cibo. Questo corteo dirà a gran voce un colorato, deciso, chiassoso e pacifico ‘No all’Autodromo del Gran Sasso’, contro la devastazione e del territorio e il saccheggio delle vite di chi vi abita, per la valorizzazione delle ricchezze naturalistiche e culturali di questo territorio.

San Mauro di Montorio è un piccolo borgo di 60 nuclei familiari, con 10 aziende agricole, con terreni coltivati a ortaggi e uliveti, dove si ergono, maestose, antiche piante di querce e di olivi ‘Tortiglione’; dove si produce grano Solina, un’antica varietà autoctona; dove lavorano apicoltori, custodi di preziose colonie di api. L’area naturale di San Mauro è caratterizzata da declivi, dalla presenza di una dolina e di una grotta carsico-gessosa di interesse geologico, con la presenza di una rara specie di pipistrello, tutelata da norme nazionali (DPR 357/1977) ed Europee (direttiva 92/43). San Mauro è anche una zona di interesse archeologico, data la presenza di resti di una villa di epoca romana.

Questo il luogo dove qualcuno ha pensato che si possano distruggere 52 ettari, in gran parte da espropriare, per farne un autodromo. Noi non pensiamo si tratti di un’opera di pubblica utilità.

Una follia a cui nessuno può restare indifferente!
La protesta non si ferma, comincia adesso!