COMUNICATO DI SINISTRA ANTICAPITALISTA ROMA CONTRO LO SGOMBERO DEL CINEMA AMERICA E DI SOLIDARIETÀ CON GLI OCCUPANTI

Le parole del ministro della Cultura del governo Renzi non sono bastate a scongiurare lo sgombero del cinema America, occupato da due anni, a Trastevere per scongiurare l’ennesima speculazione ediliziadi uno stabili pregiato e in degrado da anni. Il valore artistico dei mosaici, così si dice, è stato riconosciuto e questo dovrebbe far scattare il vincolo su di essi e il conseguente vincolo sulla destinazione d’uso dello spazio ma il Prefetto di Roma ha favorito lo sprint della proprietà dello stabile e ha spedito le sue truppe a sgomberare una delle esperienze più importanti di autogestione culturale.

Allo stesso modo le parole di preoccupazione per lo sgombero e le promesse di vigilare sulla destinazione d’uso non ci rassicurano per nulla. Anche la Giunta Marino, come quella di Milano, quelle di Pisa, Genova (tutte di centrosinistra), ha preso parte attivamente a questa estate degli sgomberi – di case, di spazi sociali, di esperienze culturali – sulla scia delle norme liberticide del piano casa di Renzi e Lupi e della tendenza a privatizzare ogni ambito della vita, cultura e socialità comprese.

Sinistra anticapitalista di Roma, solidale con chi ha occupato e animato l’esperienza del cinema America, prenderà parte a tutte le iniziative per difendere e rilanciare le pratiche di occupazione, ripubblicizzazione e autogestione.

SINISTRA ANTICAPITALISTA ROMA