Milano: Nazisti no grazie! Tutti in piazza il 29 aprile


Basta con l’oscena provocazione dei gruppi neofascisti che ogni anno il 29
aprile, con il pretesto dell’anniversario della morte di Ramelli e Pedenovi,
organizzano una ignobile parata nazista per le vie del quartiere Città Studi
con saluti romani, lugubri rulli di tamburi, sventolio di croci celtiche e
bandiere della repubblica di Salò.
Milano antifascista non tollera più questa vergogna e per questo si è
mobilitata per indire il 29 aprile un presidio in piazzale Susa la sera del 29
aprile: per restituire la decenza democratica al quartiere e alla città.
Il questore ha vietato la manifestazione antifascista adducendo pretesti di
pericolo per l’ordine pubblico e ha autorizzato “per consuetudine consolidata”
quella della galassia neofascista: con una blanda pressione affinché i simboli
più disgustosi siano visibili il meno possibile.
Se è vero che tutti hanno diritto di esprimere le proprie idee, questo non
vale per i fascisti. La sentenza della storia è stata emessa il 25 aprile 1945
e tutto quanto ha a che fare con il fascismo è fuori legge.
Oggi i gruppi neofascisti cercano di crearsi uno spazio facendo leva sulle
gravi conseguenze della crisi economica che impoverisce ampi strati di
popolazione, distrugge lavoro e speranze: si presentano come paladini dei
poveri per spingere la rabbia verso obiettivi fuorvianti, soprattutto gli
immigrati. E questo perché se si gratta sotto la patina spunta sempre il
razzismo.
Milano antifascista scende in piazza perché le strade della città devono
essere a disposizione delle pacifiche attività dei cittadini che si riconoscono
nei valori della democrazia e della Resistenza e non dei seguaci di Hitler e
Mussolini.
E questo vale per ogni quartiere della città: da Città Studi a zona Certosa,
dove è appena stata aperta una sede di Lealtà e Azione.
La situazione richiede a tutti gli antifascisti un grande sforzo e un forte
impegno.
Portiamo la mobilitazione all’interno della manifestazione del 25 aprile.
Costruiamo uno spezzone del corteo che lanci a tutta la città l’appello forte e
appassionato affinché l’onore di Milano non sia ancora una volta sfregiato.
Partecipiamo alla serata politica e musicale organizzata da Partigiani in ogni
quartiere nel piazzale Cimitero maggiore la sera del 25 aprile.
Il 29 aprile partecipiamo alla grande manifestazione antifascista.
Concentramento ore 19 in piazza Oberdan
In conclusione sarà deposta una corona in Via Goldoni, nel luogo dove il 30
aprile 1976 Gaetano Amoroso è stato ucciso da una banda di assassini fascisti
usciti dalla sezione del Msi di via Guerrini.
Questa mobilitazione riguarda tutti, giovani e meno giovani. E impegna anche
le istituzioni pubbliche, le associazioni e i sindacati a fare la loro parte
perché si chiuda per sempre questa pagina.

Comitato: Milano 29 aprile: nazisti no grazie
Promuovono il
Corteo :

MEMORIA ANTIFASCISTA
PARTIGIANI IN OGNI QUARTIERE – POQ
ZAM
CASC
LAMBRETTA
C.S. CANTIERE
ASSOCIAZIONE LOTTA CONTINUA
PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA
GIOVANI COMUNISTI
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
SINISTRA ANTICAPITALISTA
RETE ANTIFASCISTA DEL NORD-OVEST
RETE ANTIFASCISTA ALTO MILANESE
ROSS@ MILANO
RETE DELLA CONOSCENZARete delle Conoscenza (UdS e Link)
BARAONDA
ZONA 3 PER LA COSTITUZIONE
ADESSO BASTA!
ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI AMICIZIA ITALIA – CUBA
LEONCAVALLO SPAZIO PUBBLICO AUTOGESTITO
FRONTE DELLA GIOVENTU’ COMUNISTA DI MILANO E PROVINCIA