Livorno: solidarietà al presidio resistente

SOLIDARIETA’ AL PRESIDIO PER LA CASA DI VIA GIORDANO BRUNO!

Sinistra Anticapitalista esprime la propria solidarietà al presidio resistente che in questi giorni opera in via Giordano Bruno e alle famiglie occupanti.
La casa e l’abitazione è un diritto inalienabile.
E’ vergognoso che in una città come Livorno siano centinaia le persone, che per causa della crisi economica o per proprie difficoltà, siano obbligate alla strada o a condizioni abitative non dignitose.
Questa giunta e le forze politiche che l’hanno sostenuta fino ad oggi, in modo particolare il PD, stanno dimostrando la loro completa inadeguatezza, o meglio, la loro completa sudditanza, se non complicità attiva, con quel blocco economico che da decenni domina a Livorno e che vede nella sola speculazione e nella rendita il proprio interesse.
La politica urbanistica “negoziale” dell’Amministrazione ha favorito non solo gli immobiliaristi, ma sopratutto quel sottobosco clientelare collaterale al PD (imprese, cooperative edili e di proprietari, banche, ecc): questa è la sola chiave di lettura per comprendere le scelta fatte tese a privilegiare l’edilizia agevolata invece di sviluppare e realizzare in questi anni un adeguato piano di edilizia popolare pubblica.
Solo oggi si vedono in tutta la loro drammaticità le conseguenze di questo completo immobilismo e l’assenza di una parco adeguato di abitazioni sociali, in affitto, capace di dare risposte ai bisogni più urgenti dei ceti sociali popolari.
Come Sinistra Anticapitalista riteniamo inoltre essenziale che nella nostra città si sviluppi un movimento ampio ed articolato, capace di coinvolgere anche i lavoratori delle aziende municipalizzate e degli enti pubblici, di disobbedienza nei confronti dell’odioso art. 5 del decreto legge Renzi-Lupi, detto “piano casa”, n° 47 del 28 Marzo, che prevede il taglio delle utenze acqua-gas-elettricità e il rifiuto di rilasciare la residenza alle famiglie che sono state costrette a occupare case o immobili.
A questa dichiarazione di guerra alle classi subalterne e popolari, che comporteranno gravissimi  problemi anche in campo del diritto all’istruzione e alla salute, la sinistra antagonista deve rispondere in maniera adeguata, partendo dalla difesa di tutti i luoghi occupati della nostra città e dal sostegno politico e materiale attivo alle famiglie occupanti e al presidio resistente permanente di via Giordano bruno.

SINISTRA ANTICAPITALISTA LIVORNO