Catania: Mobilitazione regionale contro le guerre imperialiste

Mobilitiamoci per impedire la guerra in Europa,

Condanniamo l’invasione russa dell’Ucraina,

assieme alle aggressioni espansioniste della Nato!

In piazza contro chi fa la guerra, chi la prepara, chi la desidera

Dobbiamo esserci tutte e tutti, dobbiamo riempire le piazze della città con i nostri corpi e le voci di chi è da sempre contro la guerra senza se e senza ma.

Dobbiamo esserci contro chi fa la guerra. L’invasione dell’Ucraina da parte dell’esercito russo e del governo di Putin è totalmente inaccettabile. Va fermata subito, le truppe russe devono rientrare immediatamente nei propri confini.

Dobbiamo esserci contro chi ha preparato la guerra. Nonostante ripetute dichiarazioni pubbliche e documenti ufficiali desecretati che dichiaravano l’impegno dei leader dei paesi occidentali a non estendere la NATO verso est “nemmeno di un pollice” (dichiarazione nel 1990 del Segretario di Stato Usa, Joseph Baker, all’allora Presidente sovietico Gorbaciov), tra il 2004 e il 2020 l’alleanza militare atlantica è passata da 16 a 30 Paesi membri, schierando armamenti offensivi in Romania, Polonia e nei Paesi Baltici, ai confini con la Russia. Anche su questo, non possono esserci ambiguità e i governi che oggi parlano di pace e democrazia contrapposte all’autoritarismo e all’oligarchia dovrebbero avere il coraggio di guardarsi allo specchio.

Dobbiamo esserci contro chi la guerra la desidera. Come leggere altrimenti il decreto approvato ieri dal governo Draghi, che stabilisce un nuovo stato di emergenza sino al 31 dicembre 2022, si appresta ad inviare armi e mezzi militari all’Ucraina, spazza via qualsiasi transizione ecologica riaprendo centrali a carbone e a olio combustibile? Sarebbe questo il fondamentale apporto del nostro Paese al ripristino della pace e della diplomazia?

Dobbiamo esserci per stare a fianco dei popoli ucraino e russo che non vogliono nessuna guerra, ma solo una vita dignitosa e avendo nel cuore le pacifiste e i pacifisti russi, arrestati a migliaia, che continuano a scendere in piazza contro il loro governo..

Dobbiamo esserci per disertare la cultura della guerra, trasversale all’arco parlamentare, che ci vorrebbe arruolare per poterci silenziare, per abituarci a vivere nel pensiero unico del mercato e del dominio, per farci considerare normale che esistano vite degne e vite da scarto.

Dobbiamo esserci per dire a gran voce che un modello sociale capace solo di generare crisi eco-climatica, diseguaglianza sociale, pandemia e guerra va dichiarato insostenibile e radicalmente trasformato per garantire vita, dignità e futuro agli abitanti del pianeta.

Dalla Sicilia il nostro NO ALLA GUERRA deve essere ancora più forte, per il ruolo che hanno le basi Usa e Nato, a partire da Sigonella, la grande stazione aeronavale da cui quotidianamente decollano i droni-spia di USA e NATO e i pattugliatori P-8A “Poseidon” per le operazioni di intelligence anti-russe nel Mediterraneo orientale e nel Mar Nero; da Augusta, centro di rifornimento strategico delle navi da guerra Nato e dei sottomarini nucleari USA; da Catania-Fontanarossa, scalo “civile” utilizzato per gli elicotteri anti-sottomarini della Marina militare; da Niscemi dove le antenne NRTF e il MUOS della Marina USA trasmettono gli ordini di morte alle unità militari degli Stati uniti schierate in tutto il pianeta.

Facciamo appello alla Sicilia antimilitarista e pacifista, che è stata protagonista di grandi stagioni di mobilitazioni popolari, a riprendere in mano la ricostruzione di un movimento di lotta che fermi questa spirale di morte.

Mobilitiamoci per fermare la militarizzazione della Sicilia , per una degna accoglienza dei rifugiati senza discriminazioni, per tornare a manifestare a Niscemi (12 marzo) ed a Sigonella (20 marzo)

Tacciano le armi, Fuori la guerra dalla storia!

Catania NoWar

Hanno aderito: Comitato NoMuos/NoSigonella, Cobas, La Città Felice, LHIVE. Movimento NoMuos, redazione I Siciliani giovani, Rete Antirazzista, Rete La Ragnatela, USB Scuola- Federazione del sociale Usb-Asia Usb , Mani Tese Sicilia, PRC, PCL, PMLI, Sinistra Anticapitalista

info-adesioni: nomuosnosigonella@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: