Grave lutto

Ieri, dopo una lunga malattia, è venuta a mancare la nostra compagna Antonella Bruschi, figlia di quel Giovanni Bruschi sindacalista comunista  della CGIL ed ex presidente dell’Avis che molti ricorderanno.

Anche quella di Antonella è stata una vita spesa dalle parte dei più deboli, dei lavoratori, delle donne, degli immigrati.

Il suo impegno costante ha attraversato la sinistra labronica dagli anni ’70 ad oggi: la FGCI, Rifondazione comunista, Sinistra Anticapitalista sempre in difesa dell’idea di un socialismo a misura di uomo; profondamente antistalinista e femminista agiva sempre in una prospettiva libertaria.

Non è facile dire di una persona, di una compagna, di un’amica che ci lascia prematuramente, se non che ci mancherà moltissimo e che lascia un vuoto incolmabile nella vita delle persone che le sono state vicine, che l’hanno apprezzata e stimata.

Il suo impegno è stato quello di un vita, la vita di una donna che non si è mai arresa al conformismo, al nuovo che puzza di vecchio, ai populismi di ogni tipo che si chiamassero Berlusconi, Grillo, Renzi o Salvini poco importava .

La sua è stata una vita spesa contro il capitalismo, un capitalismo che mai Antonella ha voluto accettare come l’unico mondo possibile!

Siamo vicini alla famiglia e a tutti quelli che le hanno voluto bene come noi.

Sinistra Anticapitalista Livorno