In evidenza

Il primo maggio è dei lavoratori e delle lavoratrici. Nessuno spazio ai saluti romani

Sinistra Anticapitalista di Massa Carrara sarà in piazza a Massa, il prossimo 1 maggio, come giorno di lotta per il lavoro, l’uguaglianza, l’antifascismo, l’antirazzismo.
Saremo in piazza con tante altre lavoratrici e tanti altri lavoratori, disoccupate e disoccupati, precarie e precari, italiani e migranti, partigiane e partigiani.
Saremo in piazza per il lavoro e contro la guerra.

Chiediamo fin d’ora che nessuno spazio venga concesso, dalle Istituzioni, alla provocazione di Forza Nuova; ogni altra decisione sarebbe una provocazione inammissibile.

Chiediamo al Sindacato e segnatamente alla CGIL di cui siamo militanti, di continuare ad esercitare tutte le pressioni perché le istituzioni vietino la manifestazione di Forza nuova e di organizzare in centro un corteo di lavoratori e lavoratrici che nei fatti impedisca lo svolgimento della squallida istigazione messa in scena in quel giorno da coloro che sono nemici dei lavoratori, nemici dell’uguaglianza, nemici dell’antifascismo e dell’antirazzismo e nemici del Primo Maggio.

Noi saremo in piazza comunque per impedire, con ogni mezzo necessario, il corteo nazionale che Forza nuova intende svolgere a Massa.

¡No pasarán!