Ultimi articoli

21 e 22 ottobre, sciopero e NoRenziDay

Risultati immagini per lavoratori scioperoDomani 21 ottobre è una delle poche occasioni a disposizione per le lavoratrici e i lavoratori per poter esprimere con lo sciopero tutta la loro rabbia e la loro opposizione alla politica economica e sociale in atto da anni nel nostro paese e che sta drammaticamente peggiorando le condizioni di vita e di lavoro di chi ha un’occupazione e negando reddito e lavoro a chi è disoccupato.

La giornata di sciopero generale proclamata da USB, Unicobas, USI e, con una piattaforma separata anche se molto simile, da SiCobas e ADL, in assenza di qualunque iniziativa da parte dei sindacati confederali, che anzi, hanno pensato bene di dare il via libera alla manovra economica di Renzi, sottoscrivendo perfino un verbale di accordo sull’ignobile iniziativa dell’anticipazione pensionistica, costituirà un momento importante di mobilitazione, con manifestazioni o presidi in tutte le più importanti città.

Tanto più importante perché Roma vedrà svolgersi un’altra mobilitazione, questa più politica e nazionale, con un concentramento a Piazza San Giovanni che raccoglierà numerosi lavoratori e giovani a Piazza San Giovanni, fin dal pomeriggio del 21, con dibattiti, musica, e “accampata”, in attesa  della manifestazione del giorno successivo, il 22 ottobre, il “NoRenziDay”, che partirà proprio da lì alle ore 14.00, per dirigersi verso Piazza Navona.

Proprio qualche giorno fa l’INPS ha pubblicato dei dati molto significativi che mostrano i primi perversi effetti del JobsAct. A questo proposito riprendiamo da popoffquotidiano.it un articolo di Checchino Antonini.