Le loro promesse elettorali e la finanziaria reale

Promesse: abolizione della legge Fornero
In finanziaria: ma, forse, vedremo, per ora rimandato

Promesse: Reddito di cittadinanza
In finanziaria: elemosina da vedere come e quando, che annullano le elemosina precedenti.

Promesse: riduzione spese militari, blocco acquisto F35
Finanziaria: conferma acquisto F35, missioni di guerra e ammodernamento armi.

Promesse: stop alle grandi opere
Misure del Governo: continua la Tap e nessuno stop alle Tav.

Promesse elettorali: riduzione tasse per i ricchi.
Finanziaria: certo! altre misure per ridurre le tasse alle imprese e agli alti redditi.

Promesse elettorali: divisione tra i lavoratori italiani e immigrati col razzismo
Misure del governo: subito leggi razziste per aumentare la CONCORRENZA TRA I LAVORATORI per diminuire i salari e i diritti.

Nostre proposte:

I miglioramenti per gli sfruttati, non si sono mai ottenuti delegando ai partiti dei banchieri e inprenditori.
Solo le mobilitazioni autoorganizzate dei lavoratori e dei cittadini hanno ottenuto miglioramenti delle condizioni di lavoro, dei servizi e dell’ambiente.

Proponiamo vertenze e lotte unitarie di lavoratori e giovani per ottenere:

La redistribuzione delle enormi ricchezze prodotte dalla società attuale che finisco nelle mani di pochi sfruttatori con:

Tassazione sui redditi e patrimoniale fortemente progressiva con esenzione dei redditi bassi e dei piccoli risparmiatori

Tassa di successione fortemente progressiva con esenzione di 500.000 € per figlio

Riduzione del tempo di lavoro con l’abolizione vera della Fornero e il ripristino della pensione come diritto; riduzione generale dell’orario di lavoro

Forti aumenti salariali

La produttività in questi anni è aumentata vertiginosamente solo a favore dei profitti e a discapito dell’occupazione

Riduzione drastica delle spese militari, annullamento delle grandi opere inutili e dannose

E’ ora di fare un minimo di giustizia!

Sabato 17/11 ore 12,30 buffet, a seguire dibattito con Marco  Parodi economista dalle 14 al Caffè letterario via Beccaria, Brescia