Ultimi articoli

Noi stiamo con Claudia

Sinistra Anticapitalista esprime piena ed assoluta solidarietà verso Claudia e tutto il suo sdegno e ripugnanza verso coloro che l’hanno stuprata.

wp-1482091376382.jpg

Sinistra Anticapitalista esprime piena ed assoluta solidarietà verso Claudia e tutto il suo sdegno e ripugnanza verso coloro che l’hanno stuprata. Claudia è una ragazza di Parma, stuprata nella notte di 6 anni fa in un luogo che dovrebbe essere protetto, che dovrebbe aborrire soprusi e violenze. Un centro sociale che si definisce antifascista. Un luogo invece che si è trasformato in uno spazio di tortura per lei, dove nessuno ha fermato gli stupratori quella notte , anzi ne hanno coperto per anni le gesta, minacciandola perché non parlasse e insultandola come infame quando giustamente ha denunciato la violenza. Tutto ciò è inaccettabile. Non importa che vessillo sventolino , di che colore si ammantino , restano solo un gruppo di uomini violenti e stupratori. E complici restano anche coloro che potevano fare qualcosa e che non l’hanno fatta.

Il nostro compito è di sollevare il velo di ipocrisia che copre molti luoghi, il sessismo purtroppo – e lo sappiamo bene – è presente anche in molti ambienti di sinistra. Serve una reale discussione sulla questione, serve ribellarci e resistere a chi ci vuole silenziose e consenzienti.

Domani, ci stringeremo a Claudia che affronterà il processo, consce che non sarà facile per lei sopportare ulteriori interrogatori sulla sua vita. Ma siamo sicure che riuscirà anche grazie al sostegno di tante e tanti a superare questa prova. Resisti Claudia!!

Solo stando insieme, continuando a costruire momenti di aggregazione come è stato quello della grande manifestazione dello scorso 26 novembre contro la violenza di genere e della successiva assemblea che ha contribuito a portare alla luce questa bruttissima storia, riusciremo a sconfiggere il maschilismo. Solo così le donne che subiscono violenza si sentiranno meno sole ed avranno più coraggio a ribellarsi, a tutti i tipi di violenza e soprusi . E solo costruendo una reale alternativa al sistema attuale, al capitalismo che influenza e ingloba le nostre vite, riusciremo ad essere veramente libere.