Ultimi articoli

No al ricatto, il mandato del popolo greco non è negoziabile

Comunicato della Segreteria Politica di SYRIZA

La Segreteria politica nella sua ultima riunione ha deciso all’unanimità il seguente comunicato

Il Governo, rimanendo fedele al mandato popolare del 25 gennaio per l’abolizione delle politiche dei memorandum e dell’austerità, difende gli interessi del paese, la sovranità popolare e la democrazia. Difende il diritto inalienabile di un popolo a determinare il suo destino.

Dall’accordo del 20 febbraio, i prestatori sostenuti da media nazionali e stranieri hanno cercato di distruggere il difficile compromesso fatto e di ricattare il nuovo governo per realizzare le politiche a causa delle quali il Governo Samaras è stato sconfitto.

Le linee rosse del governo sono la stessa del popolo greco. Sono le precondizioni necessarie per uscire dalla crisi in un contesto di giustizia sociale e di sviluppo. È inconcepibile il tentativo da parte degli estremisti fra i prestatori, così come dell’establishment greco a favore dei memorandum, di impedire gli sforzi per una soluzione favorevole e di ricattare minacciando nuove misure di austerità e recessione.

Syriza sta dalla parte del governo, così come la maggioranza dei cittadini aldilà dei loro partiti di origine. Vogliamo che il popolo sia partecipe di questo momento, lottando e reclamando i suoi diritti. Vogliamo che il popolo sia parte attiva nelle questioni che lo riguardano, perché sarà il popolo che definirà a giudicherà il futuro del nostro paese.

Syriza lancia un appello per l’ alleanza e la lotta comune a tutte le forze sociali e politiche progressiste che si oppongono alla strategia neoliberista della austerità. Contro i ricatti e le pressioni, noi proponiamo la solidarietà e la democrazia.