In evidenza

28 marzo: a Torino contro lega e fascisti

Questo è il testo del volantino che verrà distribuito oggi a Torino al presidio contro la lega e casa Pound.

ANTIFASCISMO,

altro che roba d’altri tempi: oggi è necessario!

 

L’antifascismo deve tornare a essere esercitato in ogni momento dell’attività politica e sociale.

Antifascismo: per contrastare controriforme che ci consegnano istituzioni sempre più autoritarie e meno democratiche; contro l’inagibilità sindacale che i padroni vogliono nei luoghi di lavoro; contro l’estrema destra che cerca di dividere i lavoratori a vantaggio delle classi possidenti !

 

Si combatte l’estrema destra lottando contro le politiche di austerità imposte dal governo e dall’Unione europea, ricostruendo la solidarietà delle classi sfruttate. La lotta per l’occupazione, per redditi più alti, per i servizi sociali, per la casa, deve aspirare a un’altra società, liberata dallo sfruttamento dell’uomo sull’uomo, dove la giustizia sociale permetta di soddisfare i bisogni di tutti.

 

Nell’autunno scorso, le lotte contro il Jobs act sembravano evolvere nel verso giusto.  La direzione della Cgil, tuttavia, non ha dato continuità alla giornata di sciopero generale del 12 dicembre, lasciando mano libera a Renzi e alla ferocia del suo governo.  Il primo corollario di questa disfatta è stato il rafforzamento del governo e del suo leader. Il secondo grave effetto è l’iniziativa crescente e preoccupante per il suo impatto sociale, delle destre reazionarie razziste guidate dalla Lega di Salvini, che vuole presentarsi come l’alternativa a Renzi.

 

Eppure la Lega Nord ha gestito direttamente le stesse politiche di austerità con i suoi ministri nel governo Berlusconi. La Lega Nord al governo ha fatto le stesse cose che ora prosegue il governo Renzi. La Tarsi e l’imu, tasse tanto detestate, sono il frutto di quelle scellerate politiche economiche portate avanti in nome del Federalismo. Quella di Salvini è farsa: razzisti e liberisti si mascherano da oppositori di un governo composto a sua volta da liberisti e razzisti. Promenoria per gli smemorati: la Lega è partecipe da una ventina d’anni a tutte le manipolazioni della Costituzione e dello Statuto dei lavoratori. Il Pd, prima ancora di nascere, ha inventato i lager per migranti.

 

La cialtroneria della Lega Nord, al governo della Lombardia e del Veneto, non può nascondere i suoi rapporti con i poteri forti, con le classi possidenti, impegnata a privatizzare la sanità e i servizi sociali. Così in Piemonte, con Cota in Regione, ha favorito la privatizzazione della sanità, tagliato i trasporti e il trasporto pubblico, come fa ora il suo successore Chiamparino.

 

La Lega, con Salvini portato in auge dai mass-media, rappresenta un vero e proprio pericolo: in alleanza coi fascisti di Casa Pound è uno degli strumenti nelle mani delle classi dominanti usato per dividere le lavoratrici e i lavoratori, distogliere le classi popolari dal lottare contro il loro vero nemico, individuando nei migranti il capro espiatorio contro cui scagliarsi.

 

Per impedire l’avanzata delle destre e dei fascismi occorre riprendere le lotte contro le politiche di austerità. Le lotte devono sostenere un programma radicale per la difesa dei bisogni delle masse popolari, costruito sulla mobilitazione e l’autorganizzazione delle classi popolari, contro i governi dell’austerità, siano essi di centrodestra, di centrosinistra o di unità nazionale!

 

Legaioli  e  fascisti  tornate  nelle  fogne !